NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
img legge

Nuove norme per il contenimento dell'inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell'illuminazione per esterni e per la tutela dell'ambiente e dell'attività svolta dagli osservatori astronomici.

Con questa legge, vengono promossi:

- La riduzione d ell'inquinamento luminoso e ottico;

- L'uniformità dei criteri per la relizzazione di impianti illuminotecnici regionali;

- ...

Consulta le delibere della legge n.17 del 7 agosto 2009

linea

 

pubblici delibere

 

pievecadore1

Il giorno 31 febbraio 2003 entra ufficialmente in vigore una direttiva comunitaria che vieta, in tutto il territorio europeo, l'utilizzo di lampade ai vapori di mercurio.

La presente viene pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea il giorno 13 febbraio 2003 ed è quindi tuttora operativa su tutto il territorio dell'UE.

Art.4: Prevenzione

A partire dal 1° luglio 2006 gli Stati membri provvedono affinché le apparecchiature elettriche ed elettroniche nuove immesse sul mercato non contengano piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente,bifenili polibromurati (PBB)o etere di difenile polibromurato (PBDE).

Fino al 1° luglio 2006 è possibile mantenere le misure nazionali volte a limitare o vietare l'uso di dette sostanze nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche adottate per ottemperare alla normativa comunitaria prima dell'adozione della presente direttiva.

art.4
img

In virtù delle disposizioni della direttiva, tutti gli Stati membri della UE si conformano alla direttiva entro il 13 agosto 2004.

Dopo tale data, non sarà più possibile installare lampade contenenti mercurio su tutto i il territorio facente parte dell'Unione Europea.

Art.2: Ambito di applicazione

Fatto salvo l'articolo 6,la presente direttiva si applica alle apparecchiature elettriche ed elettroniche che rientrano nelle categorie 1,2,3,4,5,6,7 e 10 dell'allegato I A della direttiva 2002/96/CE (RAEE)nonché alle lampade ad incandescenza e ai lampadari delle abitazioni.

Allegato:
Applicazioni di piombo, mercurio, cadmio e cromo esavalente esentate dai requisiti di cui all'art. 4, par. 1.
1.Mercurio in lampade fluorescenti compatte, sino ad un massimo di 5 mg per lampada.
2.Mercurio in tubi fluorescenti,per usi generici sino ad un massimo di: alofosfato 10 mg, trifosfato con tempo di vita normale 5 mg, trifosfato con tempo di vita lungo 8 mg.
3.Mercurio in tubi fluorescenti per usi speciali e quello in altre lampade non citate nell'allegato.

santalucia-4

 

Per ulteriori dettagli, clicca qui